Pagina:Cordelia - Dopo le nozze, Milano, Treves, 1882.djvu/159

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

i teatri 145


prima, studiano distrattamente pensando al divertimento del giorno appresso, poi pensano al divertimento goduto, la loro mente si distrae da cose più serie; quando poi sono più grandicelli, specialmente per le ragazze il teatro serve d’eccitamento alla vanità, lo desiderano ardentemente per aver un pretesto di abbigliarsi con cura e di farsi vedere, ed oltre al pensiero del teatro, hanno quello del loro abbigliamento.

E poi, specialmente per i giovani, non tutti gli spettacoli sono opportuni, e i genitori dovranno scegliere con molto discernimento i buoni dai cattivi, e mai a nessun costo condurveli a caso. Il teatro è ora molto diverso da quello che era al suo sorgere quando era scuola di azioni generose e di cittadine virtù, come ai tempi più fiorenti della Grecia, oppure quando, mettendo in ridicolo i vizi degli uomini, insegnava ad odiarli e disprezzarli.

Ora, specialmente nei drammi e nelle commedie moderne, vediamo rappresentare continuamente il vizio vestito alle volte