Pagina:Cordelia - Dopo le nozze, Milano, Treves, 1882.djvu/173

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

la biblioteca della famiglia 159

tivo, perchè vi sono tante gradazioni, ed essendo una cosa relativa, ad uno sembrerà buono quello che sarà pessimo per un altro. Del resto la scelta dei libri dovrà esser fatta dai genitori, i quali hanno a badare all’indole dei loro figliuoli; ad una persona d’idee romantiche non giova il mettere in mano libri anche buoni ma troppo fantastici, mentre potrebbero essere utilissimi ad una mente troppo positiva. Saranno poi dannosi per tutti, e specialmente per la gioventù, quei libri che falsano la verità, oppure (e questi sono molti oggidì) che del vero non fanno vedere che il lato brutto. È naturale che non ci prenderà vaghezza di quello che ci apparirà brutto a prima vista; ma in seguito ci si abituerà, e ciò non potrà certo giovarci. Oggi passando davanti ad un mucchio di sudiciume, ci farà nausea e volgeremo il capo per non vederlo; domani apriremo un occhio, il giorno dopo tutt’e due, fin che ci si avvezzerà e non ci farà più alcuna impressione. E capirete bene che in questo modo, spe-