Pagina:Cordelia - Dopo le nozze, Milano, Treves, 1882.djvu/29

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

la moglie 15


sceglier bene, tanto più che da questo lato egli ha tutti i vantaggi e da lui solo dipende in gran parte la sua felicità.

La donna quando si sposa non è che un essere innocente che ha seguito sempre la volontà dei genitori, e sul principio il marito non avrà altro da fare che continuar l’opera dei genitori, iniziarla a quella vita nuova per lei, sorreggerla, aiutarla e consigliarla, non dico calcolarla una bimba, ma non deve lasciarle un’assoluta libertà d’agire fin che non ne abbia ben conosciuta l’indole e le aspirazioni. Perciò dovrà occuparsene e dirigerla colla propria esperienza e cercare di foggiarla un po’ a suo modo, ed avrà così fatto un gran passo per essere felice; naturalmente dovrà lottare alle volte con delle testoline abbastanza bizzarre e guastate dalla soverchia indulgenza dei genitori, dovrà raddrizzare alcune pieghe cattive e rinforzare le buone, ma con modi gentili e con buona volontà potrà ottenere ciò che desidera, specialmente da una persona che lo ama ed