Pagina:Cordelia - Dopo le nozze, Milano, Treves, 1882.djvu/65

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

il matrimonio del ricco 51

viaggiare l’uno a oriente, l’altro a ponente, uno d’andare in campagna, mentre l’altro rimane in città; hanno molti servi a loro disposizione, possono vivere con un certo sfarzo e appagare tutti i loro capricci; tengono un po’ l’apparenza verso la società, del resto cercano di stordirsi in mezzo ai piaceri ed ai divertimenti, perchè tremano al pensiero della solitudine delle loro sale dorate. Se hanno figliuoli vengono affidati a delle istitutrici, e in questo caso si può dire che la ricchezza divide la famiglia, e invece di apportar la gioia porta il dolore.

Se sapeste quante volte, quella signora che vedete tutta elegante passare come un lampo in uno splendido equipaggio e tutta sorridente a teatro nel suo palchetto, oppure cosparsa di gemme scherzare in una festa da ballo, se sapeste il vuoto che ha nel cuore, e quante volte, dopo una festa rumorosa sparge lagrime amare sul suo guanciale guernito di trina! Vi sono dei momenti che essa invidia la povera fanciulla che col cuor contento allieta di gaie canzoni