Pagina:Cordelia - Le Donne Che Lavorano.djvu/127

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

donne avvocate 119


gente che lui fatto i medesimi studi dell’uomo non possa aspirare alla medesima carriera, non possa disporre delle sue sostanze, e, saggia e intelligente, debba sopportare la tutela, magari d’un marito sciocco o imbecille, il quale e padrone di opprimerla, tradirla e rovinarla senza che essa possa invocare una legge giusta in suo favore.

Nel nostro paese, dove regnano l’apatia ed il misoneismo, questo giorno mi pare alquanto lontano, ma intanto le coraggiose che lottano per questa causa, non si sgomentino, esercitino la loro eloquenza nelle riunioni a favore dei deboli e degli oppressi, procurino di combattere i soprusi di cui furono e sono le vittime principali, e in mancanza di meglio gli studi fatti potranno esser loro utili nelle difficoltà della vita per i rapporti sociali e famigliari. Quante famiglie non sono trascinate a soffrire per l’ignoranza delle donne! È già una soddi-