Pagina:Cordelia - Le Donne Che Lavorano.djvu/153

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

la donna nella letteratura 145

È una cosa certa che ciò che non riesce bene non dà nessuna soddisfazione e l’illusione d’aver fatto una cosa buona, quando invece essa è men che mediocre scompare, come bolla di sapone, al primo soffio di vento.

Sono sicura che sarà più contenta la donna che riesce a fare un eccellente manicaretto o a combinare un grazioso cappellino che quella che ha scritto dei versi zoppicanti o un racconto noioso. Forse il vedere la quantità di volumi dovuti a penne femminili che vengono stampati fuori d’Italia invoglia anche le nostre fanciulle a mettersi all’opera, ma devono pensare che nei paesi nordici dove l’inverno è lungo e si vive molto rinchiuse fra le pareti domestiche, la lettura è uno dei migliori passatempi, si legge di tutto: i romanzi buoni, i mediocri ed anche qualche volta quelli noiosi.

Da noi invece si vive più all’aria aperta perchè il dolce clima c’invita alle gite, alle

Cordelia, Le donne che lavorano 10