Pagina:Cordelia - Le Donne Che Lavorano.djvu/52

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
44 la donna nelle officine

Le prime donne entrarono timidamente nelle officine vincendo l’opposizione dei loro compagni, che in esse vedevano delle serie concorrenti, e procuravano inutilmente di tenerle lontane calcolandole poco alte a quei lavori, precisamente come ora si cerca di escluderle dalle professioni e dagli impieghi più elevali.

Ma la crisi dell’agricoltura, la questione economica che s’imponeva, e più di tutto l’aiuto degli industriali i quali trovarono la loro convenienza nell’impiego di operaie, fecero in modo che le piccole schiere delle lavoratrici dell’officina andarono via via ingrossando, divennero legione, il ruscello si mutò in torrente impetuoso e la donna penetrò in tutte le fabbriche, invase tutti i rami dell’industria e da molti scacciò gli uomini che si mostrarono impotenti a resistere alla concorrenza delle loro donne.

È naturale: l’iudustriale vide subito il vantaggio che gli derivava dall’impiego della