Pagina:Cordelia - Le Donne Che Lavorano.djvu/53

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

la donna nelle officine 45


donna. Prima perchè si contenta d’una mercede minore di quella dell’uomo, poi perchè è più docile, paziente, meno distratta dai compagni, più esatta in certi lavori pei quali ha più attitudine e buon gusto dell’uomo; abituata ad occuparsi da mane a sera nei lavori domestici è più resistente ad un’occupazione continua, tenuta lontana dalla vita pubblica comprende difficilmente il vantaggio dell’associazione; qualche volta infatti le operaie non si lasciarono indurre a scioperare e da sole continuarono a lavorare dando così la vittoria agli industriali, che anche per questa ragione favorirono il loro ingresso nelle officine.

In seguito, acquistata una certa pratica ai lavori, sono state sempre più apprezzale ed hanno provata la loro resistenza anche alle opere più faticose ed insalubri, ciò che dà una smentita a coloro che riguardano la donna come un essere fragile e delicato che quasi debole pianticella non