Pagina:Cordelia - Le Donne Che Lavorano.djvu/8

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
viii alle lettrici


loro ricchezze a beneficio delle compagne diseredate.

Da quando ho comincialo questo libro, che per varie circostanze ho dovuto interrompere, la questione della donna ha fatto grandi progressi, molti pregiudizi contro la sua indipendenza sono caduti e l’idea del suo miglioramento si fa strada trionfalmente.

Ecco perchè voglio esporre, alle mie fedeli lettrici, le mie nuove convinzioni; e se riuscirò ad incoraggiare le fanciulle timide ed esitanti ad imparare un mestiere, a scegliere una professione colla quale possano guadagnarsi da vivere ora che i molti bisogni impostici dal progresso hanno reso la vita più difficile; se riuscirò a far sorgere nelle più fortunate l’idea di occuparsi e di aiutare quelle che sono condannate ad un lavoro improbo e mal retribuito, se riuscirò a risvegliare le anime dormenti delle donne impigrite nell’ozio, ed a far loro apprezzare la gioia sublime del lavoro, mi sembrerà che la mia opera non sia stata inutile.

Cordelia.