Pagina:Cristoforo Colombo- storia della sua vita e dei suoi viaggi - Volume II (1857).djvu/233

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

capitolo quarto 213


Il San Giacomo di Palos fu costretto di gettarsi incontanente in un porto. La Capitana volle tenere il mare non ostante la procella. Nella notte l’acqua montava sì alto che fu presso a sommergersi: «non sapevano a qual Santo dedicarsi. La loro forza, la loro industria non potevano vincere l’acqua, quantunque lavorassero incessantemente colle pompe. Già l’acqua toccava il cassero1,» è l’Ammiraglio che lo dice, «la mia nave era lì lì per affondare, quando nostro Signore mi condusse miracolosamente a terra2

ll 25 giugno, sull’alba, la Capitana, seguita dal San Giacomo di Palos, fu spinta sulla costa nord della Giamaica, in un porto ben riparato, ma disabitato, e privo d’acqua dolce. Era la vigilia della festa di san Giovanni Battista. Gli equipaggi la celebrarono seguendo forzati l’esempio di questo predicatore del digiuno.

La dimane, durando fatiche e pericoli inesprimibili fu cercato un asilo più all’est. L’Ammiraglio riconobbe verso il mezzo della parte nord dell’isola3, la magnifica baia da lui veduta quando scoprì la Giamaica, ancoraggio comodo e sicuro, circondato da vaghezze che rapivano lo sguardo, e che, nella prima impressione della sua ammirazione aveva chiamato Santa Gloria4, perchè l’armonia delle opere del Verbo Creatore ivi si spiegava con indicibile magnificenza, e perchè l’anima religiosa di Colombo gustava in siffatta contemplazione una felicità il cui rapimento parevale un’imagine di quello degli eletti.

Questa terra così graziosamente ospitaliera era molto popolata e abbondevole di ogni cosa necessaria alla vita. Ne l’Ammiraglio fu il solo a riconoscere la bontà di Dio: il suo capitano di

  1. Herrera, Storia generale dei viaggi e conquiste dei Castigliani nelle Indie Occidentali. Decade 1, lib. VI, cap. ii.
  2. “El navio se me anegó, que milagrosamente me trujo Nuestro Señor a tierra.” — Cristoforo Colombo, Lettera ai Re Cattolici, scritta dalla Giammaica il 7 luglio 1503.
  3. “El puerto que se diz de Santa Gloria, que es casi en el medio de la parte septentrional.” — Cristoforo Colombo, Nota inscritta sul foglio lix del Libro de las Profecias.
  4. Andres Bernaldez, Historia de los Reyes Catolicos, cap. cxxv. Ms.