Pagina:Cristoforo Colombo- storia della sua vita e dei suoi viaggi - Volume II (1857).djvu/464

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
444 gli amici postumi

dell’Università di Genova. Nondimeno, sopra tutti questi onorevoli cittadini, l’equità vuole che nominiamo il generoso patrizio, che, in capo a tre secoli, fu costituito dal proprio zelo cattolico l’esecutore testamentario dell’Araldo della Croce.

Commesso al valente scalpello di Raggi un monumento particolare, a pia glorificazione dell’apostolato di Cristoforo Colombo, S. E. marchese Antonio Brignole-Sale, mettendo ad esecuzione il pensiero di questo Messaggero evangelico, eresse in Genova il Seminario delle Missioni straniere, fondato da Colombo a San Domingo. Solamente egli ha perfezionata e ampliata la idea di lui. Con munificenza veramente reale, questo rampollo della vecchia repubblica ha creato un seminario apostolico nella città de’ suoi antenati. Come, la mercè di tal sua larghezza uscì da Genova il primo missionario avviato al di là dei mari, così da questo punto, senza interruzione, la città di marmo manderà alle estremità delle nazioni i portatori della Buona notizia, al modo che Colombo voleva formarne pel suo governo di Hispaniola. Il marchese Antonio Brignole-Sale e la marchesa Artemisia Negrone, sua nobile compagna, associati così nella pietà come in tutta la lor esistenza, hanno consacrato insieme una parte del loro censo a questa fondazione magnifica. Noi dobbiamo parlare di questo fatto di un amor patrio evangelico e incivilitore, a motivo della sua propria generosità, fatta astrazione dai sentimenti di alta ammirazione, affettuosa stima, e sincero attaccamento che portiamo all’autore di tal creazion cattolica: amiamo, altresì, mentovare questo nobile adempimento delle intenzioni di Colombo, affinchè in ogni paese i nostri lettori cattolici risentano la gratitudine de’ Genovesi, e chiamino le benedizioni del Cielo su questa istituzione, che assicura a’ suoi fondatori una eterna ricordanza. In memoria æterna erit justus. L’annunzio di quest’opera allegrerà il cuore de’ missionari e de’ neofiti, sino agli estremi confini del mondo. Tutti gli anni, usciranno dal seminario Brignole-Sale-Negrone nuovi operai per andare a lavorare alla vigna santa, e fertilizzare il campo del Padre di famiglia.

La religiosa Savoia non venne meno a Colombo. Il suo illustre metropolita, monsignor Billet, arcivescovo di Chambery, vera