Pagina:Cristoforo Colombo- storia della sua vita e dei suoi viaggi - Volume II (1857).djvu/64

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
44 libro terzo

CAPITOLO QUARTO.

Manifesto del Vice-re delle Indie agli abitanti della colonia. — Licenza di ritornare in Europa, conceduta ai malcontenti. — Sospetti degli ufficiali di Colombo sulla persona di Carvaial. — Fiducia dell’Ammiraglio nella sua lealtà. — Egli lo elegge per negoziare coi ribelli. — L’Ammiraglio, ridotto a combattere i ribelli, passa in revista la forza armata di San Domingo e riconosce la sua debolezza. — Non può tentare la lotta. — I ribellati assediano il forte della Concezione, si fanno beffe d’uu nuovo manifesto dell’Ammiraglio, che offre loro amnistia. — Carvaial induce Roldano ad un componimento col Vice-re.

§ I.


Fino dal suo ritorno, l’Ammiraglio aveva diretto ai coloni un manifesto, che ratificava gli atti amministrativi dell’Adelantado, e additava nella ribellione di Roldano la cagione della pubblica miseria.

Presentandosi all’Ammiraglio, Carvaial, gli dipinse in quale stato si trovava Roldano, senza occultargli nulla di ciò che offriva d’inquietante la forza di cui quel tristo disponeva: a senno di lui bisognava usar dolcezza, risguardi, perocchè mancavano i mezzi di repressione. Gli equipaggi condotti dall’Ammiraglio erano in gran parte malati per le fatiche della navigazione e le prove di un nuovo clima. Degli antichi coloni, gli uni erano presi da nostalgia, disgustati dell’esistenza, gli altri affezionati ai ribelli, tutti disincantati di un soggiorno in cui li ratteneva unicamente la impossibilità di uscirne. Per addolcire gli animi ed affezionarseli, l’Ammiraglio annunziò che permetteva di ritornare in Castiglia, sulle cinque caracche che stavano per salpare, a chiunque avesse voluto; contemporaneamente incaricò Michele Ballester, comandante del forte la Concezione, di condursi a Roldano, e promettergli l’oblio del passato; ed anche, se così pretendeva, consegnargli una dichiarazione scritta di quel tenore, affinchè potesse venire a San Domingo.

Alcuni giorni dopo, avendo saputo Ballester che i ribelli si erano riuniti a Bonao, vi andò, e li trovò pieni di arroganza.