Pagina:Cristoforo Colombo- storia della sua vita e dei suoi viaggi - Volume I (1857).djvu/420

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
412 libro secondo

coglievano in conciliaboli, e tutti proponevano a voce bassa di uccidere e mangiare gl’Indiani, o di gettarli in mare, per liberarsi di quelle bocche inutili; con che le razioni acquisterebbero un accrescimento giornaliero di centottanta once di pane: quest’ultimo partito pareva che prevalesse.

Il 7 giugno venne fatta pubblicamente la proposta di questa crudele necessità: ma quando fu conosciuto dall’ammiraglio l’atroce consiglio, la dolcezza compassionevole che aveva sin allora mostrata, si tramutò nella gagliardia più coraggiosa: egli si fece innanzi pieno di maestà, e signoreggiò il tumulto della disperazione: aiutandolo Iddio, fe’ tacere la fame, e significò fermamente a que’ traviati che aveva scoperto le Indie per darle a Gesù Cristo; che quegli Indiani, riscattati al prezzo del medesimo sangue, erano loro fratelli; che li menava in Castiglia, per far di loro altrettanti figli della Chiesa, altrettanti amici della nazione spagnuola, e che non permetterebbe l’abbominevole misfatto: ricordò loro che la pazienza ne’ patimenti era la virtù de’ Cristiani, il segno della loro superiorità; e aggiunse, che, ad ogni modo, la paura che consigliava quella spaventevole codardia procedeva dall’errore e dall’ignoranza, perocchè in tre giorni sarebbero nelle acque del Capo San Vincenzo. ’

A queste parole i piloti risposero con vive parole di contraddizione, che, secondo il loro calcolo, essi n’erano ancora molto lontani. e si credevano vicini alle Azzorre. L’ammiraglio impose loro silenzio, continuò la medesima via; poi alla sera del terzo giorno comandò di piegar le vele, che la dimane vedrebbono terra.

Ma quelle genti affamate lo supplicarono di lasciarle giungere il più presto possibile, dicendo che amavano meglio di correre il rischio di rompere sulla prima costa, anzichè morire sicuramente di fame in alto-mare. Intorno a ciò si accese controversia fra’ piloti: gli uni stimavano di essere vicini alle coste dell’Inghilterra; gli altri a quelle dalla Galizia; Colombo tenne fermo, e fece eseguire i suoi ordini; l’indomani mattina riconobbero il capo San Vincenzo, che l’ammiraglio aveva loro annunziato: allora, conquisi di ammirazione per la sua scienza,