Pagina:Cuoco - Saggio storico sulla rivoluzione napoletana del 1799, Laterza, 1913.djvu/301

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

rapporto al cittadino carnot

paura a Méjan. Questa era la spossatezza della repubblica, la quale, ristretta nel recinto delle mura della capitale, essendo ridotta all’orlo della miseria, non potea prestare nuovi alimenti all’ingordigia del piccolo Verre. Quale fu dunque l’origine della di lui criminosa apatia? Fu il superstizioso scrupolo di eseguire i comandi del generale Macdonald, o pure fu la mancanza dell’ oro, che non potè spegnere la sua sete inestinguibile?...

Si scusa, di piú, di non aver ben munito il forte Sant’Elmo, perché i governanti, i quali mancavano di energia, si erano opposti alle sue misure. Infame Clodio! osi calunniare i fondatori della libertá, i difensori de’ diritti del popolo! Vivi, non hai voluto proteggerli; morti, vuoi insultarli!... Vile insetto dell’aristocrazia! cessa di mordere quei cadaveri, che la stessa mano profana del dispotismo non ha il potere di turbare nel santuario dell’immortalitá. Come! Gli eroi che si erano gettati nel fuoco della rivoluzione, in mezzo a’ trasporti della gioia la piú sensibile; quei che, sacrificando i loro piú cari interessi privati, non si occupavano che della patria, non respiravano che per la patria; quei che negli ultimi momenti della loro esistenza non si dimenticarono, sotto la scure de’ carnefici, di essere i Timoleoni e i Trasibuli di Napoli, erano uomini freddi e senza energia! Come si può mai concepire che, trascurando eglino la causa pubblica, volessero a bella posta procurare il martirio di loro stessi, la distruzione delle loro case, l’esterminio delle loro famiglie, la perdita di tutto ciò ch’è piú caro a’ mortali?... Quale logica, eccetto che l’enormitá del tuo delitto, può mai farti cosí stranamente combinare le idee? Vedremo fra poco quale fu l’energia che tu spiegasti, quando si approssimò l’occasione in cui dovevi fare il proprio dovere. Vedremo come eseguisti le istruzioni di Macdonald.

Ma, dato che le autoritá costituite, immerse nel piú profondo letargo, non fossero concorse a munire, come conveniva, il forte; conceduta la bizzarria di questa ipotesi, che non può entrare nella linea de’ fenomeni umani, Méjan non potea destare il governo dal letargo, in seno di cui era seppellito? Non poteva, armata manu, provvedersi di un numero maggiore di