Pagina:Cuoco - Saggio storico sulla rivoluzione napoletana del 1799, Laterza, 1913.djvu/363

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

rapporto al cittadino carnot 353

confidenza... Noi faremo la guerra da nemici generosi; noi non l’abbiamo che contro i tiranni che vi tengono in schiavitú.

                                                                                                         Bonaparte.


Se ne’ preliminari di pace di Leoben il vincitore degli alemanni non potè realizzare le sue vedute, se ne deve incolpare il Direttorio, ch’era alla testa delle negoziazioni. Ora ch’egli siede su’ destini delle repubbliche ed abbraccia nell’immensitá de’ suoi pensieri il genere umano, sará nel grado di dare alla Francia le palme della vittoria, innestate ad un’ottima costituzione politica; all’Europa il tanto sospirato olivo della pace; all’Italia, ch’è la sua madre, i trofei dell’indipendenza e della libertá. In tal guisa il di lui genio, superiore a’ Franklin ed a’ Washington, meriterá la stima dell’universo ed acquisterá titoli immortali alla gloria.