Pagina:D'Annunzio - Laudi, I.djvu/285

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
DELLA TERRA E DEGLI EROI

va nel suo vomito errando.
In luogo di buoni odori
vi sarà la sanie concreta,
e in luogo di bella cintura
7231cordella di sparto,
e vittuaglia spartita
in luogo di vana bellezza.
E una ventrosa menzogna
sarà posta in luogo di queste
vesciche che abbiamo fendute,
per nostro ricetto.
7238E tu, sterile Plebe
che non partorivi,
concepirai pula
e partorirai loppa.
E i cieli si ripiegheranno
come non più letto volume
su la terra beata
7245di fecondità strapossente.

O quanto era bello
su la bigoncia il torace
del bertone, angelo di bene
e messagger di salute,
che dicea: “La Canaglia
succede all’Uomo per sempre
7252e in pace amministra le grasce„!
O quanto era bella
intorno all’imperatoria
pinguedine del suo collo


- 271 -