Pagina:D'Annunzio - Laudi, II.djvu/164

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

DELLE LAUDI - LIBRO


Fra l’erba che cresce davanti ai palagi
terribili, spogli dell’armi e degli agi,
s’ascondono forse divini presagi.
24Ricòrdati e aspetta.
 
È figlia al silenzio la più bella sorte.
Verrà dal silenzio, vincendo la morte,
l’Eroe necessario. Tu veglia alle porte,
28ricòrdati e aspetta.


 
LE CITTÀ DEL SILENZIO

ferrara. pisa. ravenna.
O DESERTA bellezza di Ferrara,
ti loderò come si loda il volto
di colei che sul nostro cuor s’inclina
per aver pace di sue felicità lontane;
e loderò la chiara
sfera d’aere e d’acque
ove si chiude
la tua melanconia divina
9musicalmente.

E loderò quella che più mi piacque
delle tue donne morte
e il tenue riso ond’ella mi delude


- 150 -