Pagina:D'Annunzio - Laudi, II.djvu/49

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
SECONDO - ELETTRA

50Contro l’un concistoro
che ciancia baratta confisca
e l’altro che munge il tesoro
di Pietro per l’anima ghiotta,
alziamo la statua ideale.
55Sorse fervido il popolo quando
intese il responso canoro:
“Manca la Madre. O Romano,
che tu chieda la Madre io comando.
Com’ella venga, addotta
60sia da una pura mano.„

Venne la Magna Madre
su la nave alla foce del fiume
biondo; e nel limo ristette,
immota, incrollabile come
65una rupe. I cavalieri,
il senato, la plebe di Roma,
le vergini del fuoco santo
accorsero in turba alla foce
del fiume incontro alla veneranda
70Ospite. Ed era ne’ cuori
letizia. Ma stava nel vado
limoso la carena immota
simile a una rupestre
isola. Legarono all’alta


- 35 -