Pagina:D'Annunzio - Laudi, III.djvu/122

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

DELLE LAUDI - LIBRO

Io fui Glauco, fui Glauco, quel d’Antèdone.
La terra m’è supplizio.
Ecco, tutta la luce è nel Mare Infero,
150e per ovunque è tenebra.
O nunzia di prodigi Alba oceanica!
Nel gorgo mi precipito.