Pagina:D'Annunzio - Laudi, III.djvu/91

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
TERZO - ALCIONE

usarono pel solco
ad incitare i buoi
tardi nella fatica.
Vanno i callosi cuoi.

65Giungono alla radura
per deporre i lor fasci.
Ecco, subitamente
ciascun par che s’accasci
per esalare il fiato,
70per quivi infracidire.
Si piegan su i ginocchi
con un grido sommesso.
Poi sbadigliano al sole.
Appar la gialla chiostra
75dei denti aspri, il palato
violaceo. S’ode
salire nelle gole
serpentine e lanose
un gorgóglio intermesso.
80Treman le labbra molli
e lacrimano i bruni occhi
esanimi, gli specchi
inerti dei deserti
e dei palmeti. Vecchi
85sembran della vecchiezza


- 81 -