Pagina:D'Annunzio - Laudi, IV.djvu/86

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

DELLE LAUDI - LIBRO


Nome inciso non v’è, non lode inscritta:
altro segno non v’è se non l’eterno.
Sola una nudità vi splende invitta.

Un dal tuo più profondo sen materno
escito, Italia, un figlio tuo vi dorme;
che s’ebbe anch’egli forse il pianto alterno

là nell’isola dove l’ombra enorme
del Passato covar sembra il nuraghe
perché ne sorga un popolo conforme.

Non la madre mortai toccò le piaghe,
né le lavò, né le fasciò di bende,
già consunta dall’ansie sue presaghe.

Ma tu guardasti le ferite orrende
e componesti il corpo in quel sepolcro.
Sola una invitta nudità vi splende.


-74-