Pagina:D'Annunzio - Notturno.djvu/268

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
256 notturno

scondi la chiave. Scioglimi la beada, rompi le mie fasce. Spalanca la finestra.

Fa che io ribeva con te il filtro, in una coppa d’aria, questa sera.