Pagina:D'Ayala - Dizionario militare francese italiano.djvu/392

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
 VID — 388 — VIS 

marsi, e forniamo una lama. Il vocabolo francese, che in senso proprio vale turcasso, vi fu apposto per similitudine.

TROUSSE s. f. Guaina, astuccio. I soldati vi mettono aghi filo bottoni o cose altrettali. Le quali cose vengon posto da’ nostri in una borsetta di cuoio.

TROUSSE De forets. Fascio dipunte o saette.

TUNE s. f. Platea. È l’insieme di un letto di fascine riunite morcè linee di graticciate, e carico di ciotoli

USTENSILES À rougir les boulets. Utensili da arroventare le palle.

VARLOPE s. f. Sbozzino , e fra gli artifici sgrossino. uno strumento da falegnami cioè un pialletto allungato (rabot allongé) per unire e pulire il legname. Poi v‘ha la grande pialla (grande varlope) , la piccola e la mezzana. In Toscana l’addimandano piallone.

VIDOIR s. m. Votatoio.

VILEBREQUIN s. m. Verina. Genere di trapano di ferro oppure di legno, che si adopera a far fori orizzontali ed anche verticali, spingendolo col petto o con una mano o facendolo girare coll‘altra. La parte con

cui tiensi ferma, e dalla quale si appoggia al petto , è il manico conformato a guisa di un lungo con largo. cappello: dal lato opposto al manico si adatta e si ferma la saetta; e la parte che s'impegna per farla girare dicesi zanca , la quale è piegata in arco , ed ha un codolo che gira nel manico. In alcune parti d’Italia chiamasi trapano orizzontale a mano.

VINDAS, Vindau, Vindax s. m. Argano verticale. Nella Toscana vien comunemente chiamato verricello.

VIS DE RAPPEL Vite di richiamo. Quella nelle macchine mercè la quale dossi il movimonto dolcissimo.



The New Life (Rossetti 1899) fleuron.png