Pagina:D'Ayala - Dizionario militare francese italiano.djvu/56

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
  — —  

ARM

— 52 —

ARM

Fil a' plomb. Piombino. Serve per porre in mira i mortai facendolo cadere sui focone.

Fuorché a’ boulets rouges. Forcola. Stru- mento di ferro, siccome un bidente, che possa far da cucchiara nel l'estrarre le palle roventi dalle fornaci.

Fcsées s. f. Spolette. Legno conico con pic- cola anima empita di polvere, da collocarsi negli occhi delle bombe o granato per co- municare il fuoco alle loro cariche. L’ani- ma vien detta focone ( lumière ) e la testa calice ( calice 1 ovvero cuffia.

Gargousse s. f. Cartoccio, li quale potendo esser di carta di saia di tela o di filaticcio, siccome oggi vorrebbesi fare , è meglio chiamato con tal nome nel primo caso ; nè d'altro che di carta rannosi i cartocci delle grosse artiglierie. In Piemontesi sono chia- mati burattoni eziandio.

Gargoussier s. m. Cartoccicro, cartocccre, portacartocci, ed in vocabolo generale car- niera. Lii alto parallelepipedo di legno e con coperchio , per menare le munizioni dalle conserve alle batterie, al quale offi- cio nelle artiglierie campali è invece de- putata la borsa porla cartocci.

Giu s s. f. Correnti, dormienti. Travi per ispianate da bocche da fuoco.

Ciamd chassIs. Sottaffusto. N'è provveduto l'afiiisto di piazza-costa.

Gbattoir s. ni. Raschietto, raschiatoio, ra- itialoio; e fra noi raspino.

Gbenadk s. f. Granata o più specialmente granala reale ( obus ) , per distinguerla dalla granata a mano c da quella da ram- parci .

Gbil s. m. Graticola, gratella. Se ne fa uso per arroventare le palle quando si man- casse di una fornace riverberante.

Hampe s. f. Asta. Quella cui è fidata la sco- petta o il calcatoio.

Hausse s. f. Traguardo, aho ed in Capobian- co scaletta. Strumento per porre in mira i cannoni : con voce assai impropria chiama- vasi fra noi aossa.

Hki'ktoir s. m. Battente, urtatoio , ritenu- ta. Travicello riquadrato da collocarsi a piè della scarpa del parapetto, perpendico- larmente alla linea del tiro, ed e fra le cose appartenenti alle spianate.

Lance a’ feci. Lancia fuoco, ed in Piemonte soffione. Una specie di candela brugiantis- sima usata nelle batterie campali.

Lanterne s. f. Cucchiaia , cazza. Antico strumento per versare la polvere ne’can- noni , quando i cartocci non eran belli e fatti, siccome son oggi.

Lamrourde j. f. Piana. Travicelli più larghi che grossi, con che si coprono le spianate da mortai, a differenza de' madriers.

Levilo s. m. Vette, manovella, leva.

De roiNTAGE. Vette, leva o manovella

di mira, vette direttore ed anche teca diret- trice.

De manoeuvre. Vette di manovra.

Ferrè. l'ette ferrato.

Lisoir s. m. Parruccllo : fra noi dicevasi con- traselletta. Faceva parte delle antiche spia- nate per artiglierie di piazza o costa.

Madrier s. m. Tavolone. Con parecchi tavo- loni copronsi le spianate da cannoni.

Masse s. f. Sfaglio, mazza. Grosso martello di legno che si adopera nelle batterìe per conficcare i pinoli o per vibrar forti per- cussioni su cherehesia.

Mèche s. f. Miccia, canlamiccia.

Mitraille s. f. Metraglia , cd anticamente scheggia, scaglia. Poiché allora non era un tubo caricato di palle di ugual calibro.

Maillet s. m. l'estone, mazzuolo. Era stru- mento da mortai.

.Vaschette s. f. Manica. Se ne servono i bombardieri nella carica del mortaio.

Pamer s. m. Lanterna, cesto, corbello. Vi si metton dentro le pietre, onde vien caricato il petriero insieme col disco.

Petit chassis. Telarelto. Costruivasi per gli antichi sottaflusti , cd al quale è oggi so- stuito il Bado. V. Afpùt de còte.

Plateau s. m. Disco , cuccane, turaccio. Co- pre il cesto da petrieri.

Porte-lance. Porta lancia fuoco , ovvero porta soffione.

Prolong E s. f. Lunga, e fra noi prolunga. Fune composta di quattro legnuoli di 36 trefole. E doppia o semplice, e serve a congiungere l’avantraino all'adusto ne’pas- saggi dc'fossi o ne’fuochi in ritirata.

Quart de cerle. Quadrante. Strumento per graduare i mortai, che i primi artiglieri cliiamaron squadra del cannoniere.

Réfocloir s. m. Calcatoio, calcatore, ri- calcatoio, ricalcatole, stivatore e più antica- mente rigualcatore ; hts i nostri artiglieri attaccatolo, in Ruscelli fottitore, e follatore in altri.

Rarle s. f. Bastione, riavolo, rastrello.

Sac a' munition. Borsa porta cartocci, tasca da munizioni ovvero borsone. Fornimento delle batterie campali.

Sac a’etoupili.es. Borsa porta stoppini, ta- sca da cannelli.

Spatole s. f. Spatola. Se ne servivano i bom- bardieri quando avevano a collocare le zeppe intorno alla bomba nel mortaio.

Tenaille s. f. Tanagliane. Uno degli stru- menti pel servizio delle palle infuocate.

Tisonnier s. m. Attizzatoio. Serve ad attiz- zare il fuoco o ritirare le brace nelle for- naci delle batterie litorali.

Digitized by Google