Pagina:D'Ayala - Dizionario militare francese italiano.djvu/61

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
  — —  

ARM

— 57 —

ARM

Javeline s. f. Chiaverina. Arme in asta, lun- ga quattro piedi e mezzo.

Javelot s. ni. Giavellotto. Dardo manesco a tre ali lo quali terminavano a punta.

Lance s. f. Lancia. Arme antichissima usata più da cavalieri che da pedoni. E dura an- cora addi nostri in mezzo a special caval- leria detta de' Lancieri. La nostra lancia è alta 8 piedi, 8 pollici c 6 lince.

Mail, kaili.et s. m. Mazzuolo, maglio.

Marteau, xartel. Azza, martello ovvero martello d'armi. Arme da cavalieri chia- mata eziandio martello ferrato dal Davila.

Masse d’arxes s. f. Mazza ferrata. Bastone noderuto forte e ferrato , di cui crasi ar- mato a’ tempi di mezzo, ed in ispczialtà da' cavalleggicri.

Massie s. f. Mazza. E quasi la stessa cosa che la mazza ferrala.

Matras s. m. Bolcione, bolzone. Specie di freccia da balestra, di cui abbiam cennato innanzi.

Matère , mattiaire s. m. Matterò. Arme giù in uso presso i Celti, siccomo una gros- sa picca. Ne fa pur menzione Cesare.

Misericorbe s. f. Trafiere. Pugnale acutissi- mo ; simiio a quello che in ispccic è dotto dalla plebe napoletana sforzino.

Mcsquette s. f. Moschetto. Saetta acuta che si lanciava con la balestra.

Nangcinate s. f. Nanghinata. Bartoli la de- scrive mezza spada larga c in asta de'Giap- ponesi.

Pertcisaxne s. f. Partigiano.Armo da asta, come se fosse la mezza picca.

Pilon s. m. Pilo. Forte giavellotto con ferro triangolare lungo 9 pollici e con asta di 8 piedi e mezzo romani.

Piqué b. f. Picca. Asta forte e lunga 17 piedi con punta acuta : era arme di fanteria.

Poignard s. m. Pugnale. L'usarono i Roma- ni con la mano sinistra, affibbiandolo al fianco dritto, nò le fanterìe regolari d'Eu- ropa lo smisero innanzi ai secolo XVIII.

Kapiére s. f. Striscia. Spada lunghissima stretta e tagliente che ne’secoli di mezzo portavasi all'arcione. Divenne poscia voca- bolo da riso.

Sabre s. m. Sciabola, sciabla. Oggi ne sono armati i cavalieri degli eserciti d'Europa.

Sakgdedez s. f. Cinquadea. Nome scherze- vole della spada.

Sarbacane s. f. Cerbottana. Mazza di legno vuota dentro , lunga quattro braccia , nel- la quale cacciando il fiato si lanciavan pal- lottole saettuzze e passatoi.

Sarissk s. f. Sa rissa. Specie di picca de’Ma- cedoni alta 18 pollici all' incirca.

Serpe d’arxes. V. Uachereau.

Trait s. m. Telo, strale. Arma da lanciare, Jì’Ayala Diz, Mil,

c componevasi di una canna sottile di le- gno , con ferro liscio tondo ed acutissimo.

Vireton s. m. Vento, venuto, ferretto, verretta, lanciotto, verrettone. Arma in asta lunga 3 piedi o mezzo, avendo un ferro triangolare.

Xyste s. m. Sisto. Specie di giavellotto por- tato dalla cavalleria degli antichi Greci.

Zagaik s. f. V. Arzagaie.

ARMES PIROBAL1STIQLES. Armi piroba- listiche , o da fuoco. Comcchè le armi da fuoco sicn veramente le portatili.

pnecmatiques. Armi pneumatiche ov- vero ad aria.

portatives. Armi portatili o missili.

Le quali possono essere o bianche, cioè da taglio e da punta , ovvero da fuoco.

ARMILL'STRE s. m. Armilustro, illustrazion d'arme. Festa fatta da'Romani per purgare le armi.

AR.M1ST1CE s. f. Armistizio. Breve tregua.

ARM1TES s. m. Armili. Nome degli antichi trioni, i quali si avevan le armi piùpesanti.

ARMOIRIÉS s. f. Stemmo, arme, insegna , blasone. Scudo gentilizio.

ARMONS s. m. Cosciali, ed in Toscana pa- lustre. V. Avantraix.

ARMARE s. f. Armadura , armatura. Armi di difesa che un tempo portavansi. V. Ar- xes défensives.

ARMUKIER s. m. Armaiuolo, archibugiere. Colui che rassetta o forbisce le armi ; ma la seconda è voce più acconcia : fra noi ar- miere.

ARNAUTE s. m. Arnauta. Soldato cavallcg- giero dell'Albania a’ servigi del Turco.

ARPENTAGE s. m. Agrimensura, misura de' camp,i. Vocabolo geodetico.

ARQUE add. Arcuato. Dicesi del cavallo che abbia perduto l’appiombo nelle articolazio- ni , e tremi nelle gambe.

ARQUEBUSADE s. f. Fucilata, archibusata, archibugiata , schioppettata. Colpo d’archi- bugio.

ARQUEBUSE s. m. Archibugio , archibuso , arcobugio. La prima artiglieria minuta do- po l’invenzion della polvere , cui tonno dietro il moschetto o quindi il fucile nel 1G71.

—— A’ bras. Archibugio da braccia. Per di- stinguerlo da quelli più pesanti da forcella e da muro.

A'croc. Archibugio da forcella, anhi-

bugione. Grosso archibugio che portavasi nelle battaglie , ma appoggiandolo sopra una forcella che l’archibusiere menava seco.

A' xain. Archibugio a mano.

A’ mèciie. Archibugio a corda, ovvero a

fuoco, a miccia. Fu il primo modo come appiccar fuoco alla ci va, caricando la ruota di acciaio con una chiave.

8

Digitized by Googli