Pagina:D'Ayala - Dizionario militare francese italiano.djvu/65

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
  — —  

ATT

— 61 —

ATT

mando sulle navi, che non bisogna confon- dere eoi poggia. V. A' babord-

A TRIPLE, RAAG.A Irt righe, a triplo filare.

ATTACHÉ s. m. Guiggia. L'imbracciatura dello scudo. E anche un ferramento della lancia.

ATTAC1IEMENT De minelr. Attacco del minatore. Allora quando rompe questi la muraglia dell’opera attaccata per introdur- vi»! , o fatta dal cannone una competente rottura, penetra in essa per viemeglio di- latarla con lo scoppio de’ fornelli.

ATTAC1IER LE MINEUR. Attaccare il mi- natore. Principiare i lavori della mina col minatore.

A’ la fajon des toits. Accomignolarc.

Porre travi a modo di tettoie.

ATTAQUABLE add. Assaltatale, attaccabile. Dit esi più frequentemente di opere forti.

ATTAQLE s. m. Attacco. Dicesi in ispecie di quel punto della piazza assediata , cui son diretti i lavori di assedio.

De vive fobce. Attacco violento , per

impeto aperto. X. ASSAITT.

De flanc. Attacco di fianco.

De front. Attacco di fronte.

De ventre. Attacco del centro.

Faesse. Falso attacco. finto assalto.

ATTACH É ( front d' ). Fronte di attacco. Fi quello ove l'assediante si dirige, che ab- biate detto chiamarsi solamente attacco.

ATTAQUER v.a.Ferire, assaltare, attaccare. Appiccar la iiattaglia, attaccar battaglia , commettere la battaglia; ovvero cominciar le offese contro una fortezza.

A’ la sape. Assediare con zappa. Per

indicare i lavori posati e garcntiti dell' as- sedia tore.

Bri sy cesie nt. Dare di cozzo, urtar con

impeto.

D'emblée. V. Rrcsqcement.

ATTEINDUE v. a. Cogliere, córre, investi- re , colpire. Dare nel segno, cui si è posta la mira.

ATTEINTE s. f. Percossa, colpo.

ATTELAGE s. m. Mula , strascinamento ; da’nostri soldati atlelaggio. Animali tutti forniti per carreggio. Vi è la muta a quat- tro ed a sei ; sebbene questa parola valga soltanto una coppia di animali.

ATTÈLES s. f. Collane. Que’due pezzi una volta di legno ed oggi di ferro che si pon- gono alcollare de' cavalli da cui pendono due catene dette tiratoi ( Mancheli.es ) e fra'nostri soldati catenelle. La voce stec- che adoperata nel Piemonte non mi sem- bra acconcia a significare le presenti col- lane metalliche; perocché anche fra noi chiamavansi stelle le collane,ma di legno. V. II.ARNA1S D’ATTELAGE.

ATTELER v. a. Attaccare, aggiogare ; fra i nostri attaccar sotto.

ATTENTION s. f. Attenzione. Comando mi- litare in terra ed in mare.

ATTERUAGE s.m. Approdo. Allora quando un vascello venendo dal largo prende a far ricogniziune di terra.

ATTERRIR v. n. Approdare, atterrare.

ATTIRAI!, s, m. Arnese , treno , attiraglio , bagaglio, suppellettile di guerra , attrezzo, ed attrazzo, ma più frequentemente at- trezzi. Tutto quanto serve per le artiglierie.

ATTIRER L' ENN’EMI Ali COMBAT. Tira- re, trarre, ovvero attirare a battaglia. Fa- re che il nemico per via di sapienti mosse venga a battaglia svantaggiosamente.

ATTI SI il ii s. m. Attizzatoio. Strumento da fabbri ripiegato in isquadra alla punta, per attizzare il fuoco o ritirare le braci. L’at- tizzatore poi è quel luogo della fornace da dove si attizza.

ATT RAPE s. f. Trappola, fosso cieco. Quel fosso clic coperto di materie sottili e di uno strato ili terra inganna il nemico.

ATTRAI’ERIE s. f. Attruppamento. Contra- zione delle membra.

AT'I'RAPES s. f. Troppe. Corde c catene che si attaccano al capo di banda per far piega- re il bastimento da carenare.

ATTROUPÉ add.Attnippato. Diccsi di gente adunata in truppa, o di soldati a calca.

ATTROUPEMENT s. ni. Stormo, trozzo , truppa, strupo, frotta. Gente armala, rac- colta assai spesso per disegno di sedizione.

AUBÉRE s. m. Ubero. Sorta di mantello del cavallo V. Poil.

ALBERGA’ s. m. Boncinello. È quell’occhio del mastictto il quale entra nella serratura, c la chiude mercè la stanghetta che vi pas- sa dentro.

Al'BES s. f. Pale . ali. Sono quelle parti di certe ruote idrauliche le quali investite dal- l'acqua cagionano il movimento.Le miglio- ri ruote idrauliche sono a secchi dove il fluido opera per pressione o per caduta ; se non che evvi oramai la nuova invenzione de' turbini.

AUBIER s. m. Alburno, oppio. È quasi la sugna dell'albero che ò tra la corteccia e l'epidermide. V. Défact des akbres.

Doi ble. Alburno doppio. Si riconosce

al colore de'cerchi clic lo formano, il quale è più chiaro del buon legno.

AU B1VOUAC. .4 cielo scoperto, al sereno. Dicesi de’ soldati allora quando passali la notte nel campo senza tende o fuori di ba- racche.

AUDACE s. f. Audacia. Sentimento si neces- sario in guerra,per il quale bravasi un dan- no cui pare inevitabile rincontro.

Digitized by Google