Pagina:D'Ayala - Dizionario militare francese italiano.djvu/88

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
 BUI — 84 — CAB 

de’ cuolami e eoregge dell’ armamento.

BUIS s. m. Bosso , bossolo, busso. Non è legname da artiglieria. Si adopra per istrumenti da fiato e per lavori di tornio.

BULLETIN s. m. Bullettino. Così chiamansi gli avvisi officiali della guerra.

BURIN s. m. Burello. Legno tondo per fermare l’impiombatura di due cavi.

BURIN s. m. Bulino, bolino. Strumento da intagliatore. Ne vanno dieci nel cofanetto del carro da parco.

BURINER v. a. Intagliare, bulinare. Lavorar di bulino.

BURRÉCHUS s.m. Una specie di cappa degli antichi guerrieri. V.Lacerne.

BURETTES, PLANCHES DE FOND. Listroni. Sono le tavole del fondo de’ carri. V.Charette de siège.

BUSE, BUZE s. f. Canna. Parte del mantice, la quale caccia il vento. V.Forge.

BUSQUE , BUSE. V.Bois du fusil.

BUSTUAIRE s. m. Bustuario. Gladiatore il quale battevasi in Roma presso il rogo di un morto.

BUT-EN-BLANC s. m. Punto in bianco. È la seconda intersecazione della traiettoria, cioè linea di movimento de’ proietti, con quella di mira.

BUTIN s. m. Bottino , preda. Credesi ma non è sinonimo di pillage , il quale è un bottino all'atto disordinato.

BUTINER v. a. Bottinare , abbottinare. Far preda , mettere a bottino.

BUTTE, BUT s. f. Spaltone , bersaglio. È quella elevazione di terra contro cui si tirano le artiglierie nelle Scuole dell’arma.

BUTTIÈRE, BUTIÈRE s. f. Archibugione. Archibugio per tirare al bersaglio.

CABADE s. f. Saio. Vestito militare moderno de’ Greci.

CABALE s. f. Cospirazione, fazione.

CABAN s. m. Cappotto. Sopravveste in marineria con capperuccia.

CABANE s. f. V.Baraque.

CABAS s. m. Giornello. Specie di vassoio di cui fanno uso i muratori per riporvi piccola quantità di calcina : i nostri muratori lo chiamano fracasso. V.Auge.

CABASSET s. m. V. Armes défensives.

CABESTAN s. m. Argano. Ed è propriamente l’argano orizzontale. I vascelli ne hanno due, il maggiore fra l’albero di maestra e quello di trinchetto , e l’altro fra quello di mezzana e di maestra.

CABINE s. f. Camerino. Su’ legni.

CABLE s. m. Gomona, gomena. Cavo usato si in artiglieria che in marina : la sua circonferenza debb’ essere di dodici pollici almeno: poi viene la gomenetta (cablot) e quindi il gherlino (grelin). Ma la gomona

di una nave minore è gomenetta di una maggiore, e la gomenetta è gherlino. In Marineria van comprese sotto la denominazione generale di cavi d’ormeggio.

CABLER v. a. Commettere i fili per far cavi.

CABLOT, CABLEAU s. m. Gomonetta. Serve ad attaccar la lancia o la barca alla nave. È anche un cavo di ferro. Tutto questo secondo lo Stratico , ma per nei è tutt’altra la cosa la gomenetta , siccome cennammo.

CABOCHE s. f. Chiodo smentato :noi lo chiamiamo orecchiello. Serve a frenare i cordoni ed i cerchi delle ruote , e ve ne sono di tre numeri.

CABOTAGE s. m. Navigazione per coste. Cabotaggio secondo lo Stratico ; ma io direi meglio secondo l’etimologia del nome: di capo in capo.

CABRE s. f. V.Chèvre.

CABRIOLET s. m. Bancone da trapanare.

CABRIOLET s. m. Altalena. Macchina per discendere ed innalzar le forme dal fosso delle fusioni.

CABRIONS s. m. Correnti: fra noi caprioli. Specie di lunghi vetti a cuneo per fermare gli affusti sulle navi quando è agitato il mare.

CACATOIS s. m. Contro-pappafico: fra noi contro-velaccia. Vela alla cima.

CADENAS s. m. Lucchetto. Sorta di serratura sciolta , con un arco che fa da stanghetta: in Napoli catenaccetto.

CADET s. m. Cadetto. Grado militare. Noi non ne abbiamo di presente. È questa una voce nuova ma necessaria.

CADMIE s. f. Cadmia , botrite. Aggregato metallico formato nella gola degli alti forni.

CADOT , CADAU s. m. Sagoma, modano. Sopra cui si limano e si modellano gli orifizi delle fascette.

CADRANURE s. f. Stellatura , radiatura , zampa di gallo. Difetto del legname, cioè quelle Spaccature che s’incrociano nel mezzo. V.Étoille, Défauts des arbres.

CADRE À oreilles. Telaio orecchiuto. Se ne giovano i minatori nell'aprire un pozzo, e però i suoi travicelli sporgono in fuori.

-À sécher. Aspo seccatoio ovvero da stoppini. Vi s’innaspano gli stoppini bagnati nella polvere.

-De bois. Tavolone. Quadro di legname su cui vien disegnato il pezzo da tagliare.

CADRES DE TROUPE. Quadri di soldati : tra nei dicesi situazione.

CADUCÉE s. f. Caduceo. Simbolo di pace.

CAFFUTS s. m. Petracci. Rottami di proietti.

CAFFUTER v. a. Inutilizzare. Dicesi dei proietti, rompendoli; comechè per le bombe ci basta rompeme un manichetto.