Pagina:D'Azeglio - Ettore Fieramosca o la disfida di Barletta, 1856.djvu/229

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
226 ettore fieramosca

del cardinale, portandoci la perla già del sig. Virginio Orsino che haveva havuto in dono dal cardinale sopraddetto, venne vestita da uomo nella camera del pappagallo.

Essendo nostra mente di dar opera totis viribus, alla distruttione di casa Orsina, a maggior gloria ed essaltattione di S. Chiesa, v’imponiamo stiate sull’avviso per poter alla morte del cardinale aver le genti in pronto per condurle in campagna di Roma, e metter in campo a Bracciano, dove questi pessimi nemici della Chiesa e di Dio hanno fatto testa grossa, et magis, se l’esercito franzese toccasse qualche rotta e s’havesse perciò haver minori rispetti al Cristianissimo.

Avvegnachè per tante spese la camera Apostolica si trova in falta di denaro, pensiamo di dare il cappello a Gio. Castellar arciv. di Tran. A Francesco Remolino oratore del re di Raona, a Francesco Soderini di Volterra, a mgr. di Cornereto secretario dei Brevi, e ad alcuni altri grandissimi ricchi; e venendo voi in Roma ordineremo quanto verrà bene di stabilire sul fatto loro.

Maestro Amet, venuto oratore pel soldano, ragionando con noi di molte mirabili cerimonie dell’arte, ci mostrò che per la forza di Saturno che si trova con Giove e Venere nella camera del Sole in ascendenza possiamo incontrare grave pericolo in quest’anno, contro il quale ci ha consigliato portassimo continuamente una palla d’oro, come questa che vi mandiamo, al medesimo effetto con entrovi l’ostia consacrata da noi.

Vale
Dat. Romae in aedib. Vatic. Die XV Mens. Martii IDIII
Aless. P. VI.