Pagina:Dalle dita al calcolatore.djvu/195

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
6. FUORI SOCIALMENTE 173

che fa una figura poco edificante di fronte ai commilitoni, per aver chiesto solo 1.000 dirham per il riscatto di una nobildonna: egli si giustifica dicendo di non aver mai saputo “che esistesse un numero superiore a mille” (20a). Quel poveraccio, probabilmente, ha passato la vita ad accudire le capre o a strigliare la coda dei cammelli, oppure a fare la scorta a qualche carovana per quattro soldi, prima di essere coinvolto nella frenesia delle conquiste. Forse è la prima volta che partecipa all’espugnazione di una “vera” città, incredibilmente ricca. Certo in vita sua non ha mai visto 1.000 dirham tutti assieme. Al contrario, gli abili mercanti arabi sono avvezzi a ben altre somme. Per imparare a contare non c’è niente di più gratificante del contare soldi, se sono tanti. I soldi da soli non danno necessariamente la conoscenza e la buona creanza; però, andare per il mondo a piedi e senza un quattrino, è diverso dal girarlo in panfilo o con l’aereo privato ed uno stuolo di segretari che procurano testa e gambe ad ogni tua decisione. “L’uomo povero non ha potere”, come dicono i Sumeri (6c).

Ancora un esempio che testimonia come la situazione generale condizioni lo sviluppo delle abilità mentali: Thurnwald racconta di aver chiesto a un “primitivo” di contare; questi, essendo incapace di pronunciare la successione dei numeri isolata da qualsiasi contesto, immagina di contare dei maiali. Al 60 si ferma e sostiene di non poter andare oltre... perché nessuno è tanto ricco da possederne di più (18b).

Andiamo agli anni Sessanta, nelle campagne dell’entroterra marchigiano, nei giorni della macellazione del maiale. Molti contadini sanno lavorare la carne di maiale. La confezione delle salsicce richiede dosi precise di sale, oltre che di spezie, da mescolare alla carne. Alcuni contadini si attengono all’antica tradizione, che vuole il rispetto di un rapporto preciso in once o in libbre. Per l’occorrenza si tira fuori la vecchia stadera. Normalmente, per pesare polli o conigli si usa