Pagina:Dalle dita al calcolatore.djvu/92

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

IV. I GRECI







1. Il mondo greco

Gli antichi Greci hanno posto le premesse per lo sviluppo della cultura occidentale. Eppure non hanno mai dato vita a grandi regni o imperi. Anzi, hanno dovuto convivere o essere parte di altri domini. Il mondo greco, in effetti, non è identificabile esclusivamente con il territorio dell’attuale Grecia.

Con lo sviluppo della civiltà micenea inizia l’espansione dei Greci verso Creta, dove essi apprendono l’arte della navigazione, e verso l’Asia Minore, grande produttrice di frumento.

Nell’isola di Creta si è sviluppata una società centralizzata secondo il modello egizio. Qui la scrittura pittografica viene sostituita, nel XVI sec. a.C., dalla cosiddetta scrittura Lineare A, finora indecifrata.

La prima forma di scrittura, sillabica, detta Lineare B, riportata su tavolette di argilla rinvenute a Creta e a Micene, presumibilmente risale al XV sec. a.C. e viene considerata la più antica scrittura del continente europeo.

Nel XII sec. inizia l’invasione dei Dori (guerrieri a cavallo dotati di armi di ferro) che provoca il crollo della civiltà micenea e quasi mezzo millennio di “medioevo”, caratterizzato da un ulteriore frazionamento