Pagina:De Amicis - Il romanzo d'un maestro, Treves, 1900.djvu/482

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
220 Bossolano

chiederli per sè. Ma non era ancora in fondo alla prima branca di scala, che gli balenò un’altra idea, e picchiò all’uscio dell’organista.

L’uscio s’aperse, e gli apparve davanti quel faccione sbarbato, insolitamente serio, che gli disse piano: — Entri: il ragazzo è qui.

Il maestro credette d’aver frainteso, tanto gli parve strana la cosa.

— È qui — ripetè l’organista a bassa voce, facendo entrare il maestro, e accennandogli la stanza accanto. — So tutto. M’ha confessato ogni cosa lui. L’amico è corso a piedi da Torino fin qua con l’idea di prevenir la lettera e di gettarsi ai piedi di suo padre. Ma, arrivato a mezza scala, l’ha preso un tale sgomento che s’è buttato in casa mia, supplicandomi che lo nascondessi. M’ha fatto pietà, e l’ho ricettato. Dopo l’avrei preso a calci. Ma sa.... l’ospite è sacro.

Il Ratti gli disse che il padre sapeva tutto.

L’organista se l’era immaginato sentendo pianger la signora di sopra. Dicendo questo, ritto davanti al suo pianoforte, si grattò la testa, guardando fisso l’impiantito. Poi soggiunse: — Doveva proprio capitare a un uomo come il Delli!... Se c’è giustizia al mondo! Son cose, per esempio, che non fanno mai i figliuoli dei ladri. Mi dica lei se a una società fabbricata a questo modo si può ancora dare più d’un semestre di vita. — E spiegò le cagioni remote e prossime del fallo. Non era una donna, no: eran le donne. Un giovanotto pien di vita e di forze, vissuto fino a diciassett’anni.... come dicono che bisogna vivere, al primo assaggio del frutto aveva perso i lumi, e ci aveva dato dentro come un selvaggio affamato. Ma trattandosi di quei frutti che si comprano al mercato e non avendo egli che una borsa da figliuol di maestro.... Ah! ma l’ha fatta grossa! — esclamò, vibrando un pugno per aria. — A un padre come quello non doveva fare un tiro compagno, no.... La liquidazione sociale.... sta bene; ma.... caspita! bisogna intendersi.

Il Ratti gli tagliò la parola per dirgli ch’era venuto da lui per un favore.

— Eccoli qui — rispose senza voltarsi l’organista, cavando di tasca una busta.

Il Ratti gli diede un bacio sulla guancia.