Pagina:De Marchi - Demetrio Pianelli, 1915.djvu/372

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 362 —

casione per paura che il momento la portasse via. Aveva ragione, ciò forse era giusto e naturale in quella donna.... ma una parola di carità costa così poco! E invece niente, niente per lui.


*


Demetrio si sollevò e si pose quasi a sedere sul letto: sentendo mancare il respiro, chiuse strettamente gli occhi, abbandonando la testa senza forza sul cuscino, e lasciò che queste idee monche e cozzanti tra loro finissero d’agitarsi.

Beatrice era morta per lui, era morta e sepolta nel cuore che l’aveva creata.

Tranne la sua mamma, nessuno gli aveva voluto bene a questo mondo. Eppure egli non aveva mai fatto male a nessuno, anzi ogni occasione era stata buona per lui per lavorare, per struggersi, per far mortificazioni e sacrifici.

Povero illuso, povero scemo!

Il mondo ama più le apparenze che la sostanza, e non c’è nulla che più offenda la gente incapace di bene quanto la vista del bene che fanno gli altri.

Non potendo difendersi dal bene che ricevono, gli uomini cercano di non accorger-