Pagina:Decreto e capitoli di concessione perché la strada ferrata da Napoli a Nocera sia prolungata per Sanseverino ad Avellino.djvu/2

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

(202)

Sulla proposizione del nostro Ministro Segretario di Stato degli affari interni;

Udito il nostro Consiglio ordinario di Stato;

Abbiamo risoluto di decretare, e decretiamo quanto segue.

Art. 1. Approviamo che il Signor Cavaliere Armando Giuseppe Bayard de la Vingtrie, ingegnere francese, ora prolunghi secondo la sopraddetta facoltà già concedutagli, a sue spese, rischi e pericoli la strada di ferro da Napoli a Nocera, proseguendola con un nuovo tronco da Nocera stessa per Sanseverino ad Avellino, ed a condizione che egli debba terminarla tra anni quattro.

2. Tutte le clausole e condizioni, sia a carico dello Stato, sia a carico del Signor Bayard de la Vingtrie, o di chi avrà causa da lui, comprese ne’ trentuno articoli de’ capitoli approvati da Noi ed annessi al presente decreto, riceveranno piena ed intera esecuzione.

3. Se il Signor Bayard de la Vingtrie non avrà adempito al deposito della cauzione stabilita col terzo articolo degli annessi capitoli nel termine improrogabile di mesi cinque dalla datagli conferma di concessione, s’intenderà di pieno diritto decaduto dalla facoltà di eseguire il nuovo prolungamento di strada da Nocera per Sanseverino ad Avellino, senza bisogno di esser posto in mora e di veruna intimazione all’uopo.

4. Se dopo che sarà compito il prolungamento medesimo non verrà esso costantemente mantenuto in buono stato, l’Amministrazione pubblica avrà il diritto di provvedervi di ufficio a spese del concessionario, o di chi avrà causa da lui, indennizzandosi delle anticipazioni che farà, su’ prodotti della strada medesima.

5. I nostri Ministri Segretarii di Stato degli affari