Pagina:Deledda - Chiaroscuro.djvu/274

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
268 un po' a tutti


festa, come oggi; ha distribuito a tutta la loro porzione.... Disgrazie e pazzia, un po’ a tutti...

— Sì, — ripeteva servilmente la madre, — un po’ a tutti, a ricchi, a poveri, a servi, a nobili....

— A questi più di tutti! — gridò sennòra Rughitta, mentre la donna prendeva su Barbara per il braccio come un’anfora e la scuoteva violentemente.

— Su, matta, cammina. Va!

E Barbara andò, e poco dopo tornò tutta rasserenata col bimbo su un braccio e un involto sull’altro; la sennòra Rughitta mandava alla povera casa la porzione di carne e di focacce.

I poveri intanto si affollavano sotto il balcone, nella straducola in fondo alla quale il torrentello passava roseo al tramonto. Passava, passava, il torrentello, attraversava l’orto, s’incupiva come un nastro cremisi sotto gli ontani e i noci, davanti al macigno sul quale l’uomo sedeva ancora, come in agguato, aspettando....