Pagina:Deledda - Il flauto nel bosco, Treves, 1923.djvu/183

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


— Tornerò verso le cinque; se hai da uscire esci pure, nonna.

— C’è una lettera per te.

— Una lettera? Ah sì, — egli disse dopo un attimo di silenzio, — so di chi è. Va bene. Addio.

Ella tornò nella saletta da pranzo e guardò con un senso istintivo di pietà la lettera.

Più tardi infatti, quando egli se ne andò fuori di nuovo nella sera luminosa di luna e di canti giovanili, la rivide aperta e lasciata con indifferenza sul tavolino di lui: ne lesse qualche brano; e seppe che la fanciulla dal sigillo d’oro non solo voleva il ragazzo, ma si lamentava di essere già abbandonata da lui.