Pagina:Deledda - Il nonno, 1908.djvu/169

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

cattive compagnie 167


— Anche a me piacciono molto le brune: — pareva gli dicesse lo sguardo degli occhi celesti. — Sono contento che i nostri gusti s'incontrino.

E il vecchio Andria, che quando non andava in Clinica seguiva fedelmente gli sposi, guardava dal canto suo le donne, fossero brune o bionde, e diceva:

— A mio giudizio, queste ragazze potrebbero benissimo stare in casa a lavorare: da noi le donne escono poco: qui invece si vedono sempre in giro come le volpi.

Tutte le mattine, svegliandosi, Pasqua diceva:

— Bisogna ricordarsi dell'offerta alla Madonna di Pompei!

Ed Elia contava i denari del suo portafogli.

A dire il vero, i denari sparivano in modo inquietante: una sera, facendo bene i conti, egli si accorse che gli rimaneva giusto il tanto d'andare per pochi giorni a Napoli e Pompei, come lo zio vescovo desiderava, e poi tornare in Sardegna. Il viaggio, andata e ritorno, era già pagato. I denari per l'offerta erano dentro una busta.

Decisero quindi di partire. Pasqua era dolentissima perchè nonostante tutte le raccomandazioni dello zio e le promesse del negoziante non era riu-