Pagina:Deledda - Il nonno, 1908.djvu/90

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
88 grazia deledda


mensamente sofferto più di lui, lo amava: egli non capiva altro.

Ella disse:

— Ecco perchè la voce della vostra anima lontana mi ha commosso. Voi avreste avuto pietà del mio babbo… voi avrete pietà anche di me...

No, veramente, fu lei ad aver pietà di lui. Nel vederlo tremare come un bambino, avvinghiato a lei, pauroso che ella gli sfuggisse, ella sorrise, con gli occhi ancora umidi, e avvicinò il viso un po' reclinato al viso di lui, e baciò le sue labbra tremanti.