Pagina:Deledda - Il segreto dell'uomo solitario, 1921.djvu/16

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 6 —


Allora cercò di raccogliersi, di vincersi. Vendere e andarsene, è presto detto, Cristiano. Vendere è facile: gli stessi contadini del cascinale sulla collina, dai quali aveva comprato la casa due anni avanti, adesso volevano riacquistarla: vendere è facile: il difficile è l’andarsene.



Dove andare? Ricominciare a cercare un luogo solitario, sempre col rischio di aver più tardi dei vicini e dover fuggire ancora?

Non che si fosse affezionato a quel posto, — no, non voleva più affezionarsi a nulla, nè a luoghi nè a cose, e neppure a quel compagno ultimo della sua solitudine che gli si era arrampicato sulla spalla e di nuovo gli sfregava la guancia con la sua testa molle, dandogli quasi un desiderio di piangere; — ma perchè oramai gli sembrava di essersi sepolto in quel luogo e desiderava di non muoversi più. Voleva la morte, intorno a sè, perchè gli sembrava di averla già dentro: ad ogni modo, la vita gli aveva dato tanto dolore che il solo istinto di rientrare nella comunità degli uomini lo spaventava.

Riprese a parlare a sè stesso, ad alta