Pagina:Deledda - Il sigillo d'amore, 1926.djvu/189

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Il nemico 183

tevano tradirla: erano persone dignitose che non confessavano di aver debiti.

Gridò infuriata, sfidando i macigni:

— Chi sei dunque, per Dio?

L’eco rispose:

— Io.

E lei sentì che era finalmente la sua coscienza a rivelarle il nome del suo vero nemico.