Pagina:Deledda - La danza della collana, 1924.djvu/233

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Adesso però bisogna riparlarne: e avrei bisogno di una decisione pronta, poiché il mio amico aspetta una mia lettera come la ricetta di un medico dalla quale si spera un miracolo. Parli subito a sua figlia.

MADRE

Ho paura.

STRANIERO

Crede che possa parlarle io?

MADRE

Forse è meglio. Tanto piú che sento mia figlia tornare: ecco, apre la porta, sale le scale, è qui.

Parla sempre più sottovoce; poi si alza di scatto e va ad aprire l'uscio. Entra la figlia, completamente vestita di nero, con semplice eleganza.

Anna, c'è qui un signore che desidera parlarti.

STRANIERO

in piedi, rigido e come sull'attenti.

Ingegnere Rodenberg.

FIGLIA