Pagina:Deledda - La danza della collana, 1924.djvu/244

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


per noi, e noi viviamo ancora della sua carne scioltasi nel suo lavoro. Egli ti ha sollevato dal dolore, dall'umiliazione, ti ha amato per la tua stessa sciagura: ti ha guarita e dato una vita nuova. E tu, che non lo hai tradito mai in vita, vuoi tradirlo adesso che è morto?

MADRE

Egli non si crederebbe tradito: ci amava troppo per non intendere e non volere che il nostro bene.

FIGLIA

Siamo sempre lí: tradire sé stessi e gli altri per un istinto che in fondo è sempre di egoismo.

MADRE

E allora ha ragione il signore qui presente: può darsi che anche il tuo caso di adesso sia di egoismo. E anche un istinto involontario di vendetta: tu hai sempre odiato quell'uomo come avesse fatto male solamente a te.

FIGLIA

E non è cosí? Lo puoi negare?

MADRE