Pagina:Dell'oreficeria antica.djvu/66

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

– 56 –

sito è qui stato altro che darne un cenno per invitare a ciò gli studiosi.


XIII.

gemme incise.


Generalmente parlando, difficile oltremodo sarebbe stabilire norme e regole certe a fin di riconoscere l’epoca alla quale appartiene questa o quella gemma incisa. A ciò fa mestieri non pure il gusto e l’esercizio dell’arte, ma sì ancora una lunga esperienza, ed avere avuto per le mani un grandissimo numero di antiche pietre con incisioni. La qual cosa porge, come a dire, il bandolo della matassa ed inserisce nell’artista un sentire così fino intorno a questa maniera di lavori che rende sicuro e direi quasi infallibile il suo giudizio: nondimeno si può così alla meglio fare alcune osservazioni che sieno di qualche lume su tal materia.

Le gemme incise di grandezza maggiore di quelle che si potessero incastonare in un anello, non sono pressochè mai antiche veramente, perciocchè gli antichi per ornamento ed isfoggio di ricchezza usarono solo le gemme in cui la bellezza consisteva nella rarità e nel colore; di pietre dure incise non si adornarono se non in forma di camei di rilievo, e vedremo il come, i quali anche in distanza fanno scorgere nettamente ciò che in essi è scolpito, laddove le pietre incise in incavo fa bisogno il più spesso