Pagina:Della geografia di Strabone libri XVII volume 3.djvu/82

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
74 della geografia di strabone

tani, il suo territorio confina con Teano Apulo. Ortona è un luogo sassoso nel territorio de’ Frentani abitato da ladroni, i quali costruiscono le loro abitazioni colle reliquie dei naufraghi, e in tutto il restante vivono bestialmente. Fra Ortona e Aterno scorre il Sagro che divide i Frentani dai Peligni: e la navigazione dal Picentino agli Apuli che gli Elleni chiamano Daunii, è di circa quattrocento cinquanta stadii.


CAPO IX


Divisione generale della rimanente Italia.
Descrizione della Campania — Della Sannitica. — Dei Picentini.


Dopo il Lazio, procedendo con ordine, trovasi la Campania che stendesi lungo il mare; e al di sopra di questa è la Sannitica la quale si allarga nel continente fino ai Frentani ed ai Daunii: poi s’incontrano i Daunii stessi, e quelle altre nazioni che abitano fino allo stretto della Sicilia. Primamente dunque si vuol parlare della Campania.

Dopo Sinuessa, tenendo dietro alla restante costa del mare avvi un golfo assai grande fino al Capo Miseno; poi apresi un altro golfo molto maggiore del primo (lo chiaman Cratere) che si addentra fra i due promontoni Miseno e Ateneo1. Ora lungo le spiagge di questi golfi è situata tutta la Campania, paese piano e

  1. Cioè fra Punta di Miseno (detta anche Monte Dragone) e la Punta della Campanella.