Pagina:Delle istorie di Erodoto (Tomo III).djvu/432

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


- 18 Isopo, fiume della Beozia, VI, 108; VII, 199, 200, 216; IX, 15. 19, 51; figlie di Asopo, Tebe ed Egina, V, 80.

Aspatlne, uno dei principal issimi fra i Persiani, III, 70; part«cipa della congiura contro i Magi usurpatori del regno persiano, wi e seg.; colpito nel femore da uno de’ Magi, III. 78; padre di Prexaspe, VII, 97.

jLspIdi, frequenti nella Libia, IV, 101.

.4.88», castello nel monte Ato, VII, 122.

Assesta Mtnerra, suo tempio incendiato, I, 10.

Assoso, luogo nel territorio di Mileto, I, 19.

Assiri, detti Siri dai Greci, VII, 63; quanto tem()0 tennero l’imperio dell’Asia superiore, I, 95; sottomessi dai Medi, I. 106. guerra da loro sostenuta contro Fraorte, I, 102; e con Ci»xare, I, 103; assaliti da Ciro, I, 177 e seg.; come armati nell’eforcito di Serse, VII, f32; condotti dal re Senacheribbo, invadono l’Egitto, II, 141.

Assiria, II, 17; III, 92; IV, 39; conquistata dai Medi. I, 106; fertile di frumento, non d’alberi, tranne la palma, I, 192, I9’i; copiosa di grandi città, I, 178; qual tributo pagasse a Dario, III, 92.

Astaco, jiadre di Menalippo, V, 07.

Asterò, Lacedemone, padre di Anchimolio, V, 63.

Astrabaco, eroe spartano, reputato padre di Domarato, VI, 60 Astiage, figlio di Ciaxare, re dei Medi, I, 46, 7:3, 107; avo materno di Ciro, I, 74, 75; suo aspro governo, l, 123; prenda in moglie Ariene figliuola di Aliatte, I, 74; suoi sogni, 1,107 e seg.; consogna ad Arpago il nipote Ciro, perchè lo uccida,

I, 108 e seg.; avendo Arpago disobbedito, gli fa mangiare 1« carni del proprio figliuolo, I, 119; spodestato da Ciro, I, r27129; dal quale nondimeno è ben trattato, I, 130; sua risposta ad Arpago che si vantava d’aver procurato l’esaltazione di Ciro, 1, 129; sua fine, I, 130; in qual modo divenisse cognato di^reso, I, 73.

Atltranti, popolo dell’Africa, IV, 184.

Atarbechis, città dell’isola di Prosopitide, nel Delta del Nilo,

II, 41.

Atarnco, territorio della Misia, I, 160; VI, 28, 29; sotto il dominio de’ Chii, VIII, 100; Atarnese era Ermippo, VI, 4.

Atamante, figlio di Eolo, tenta di uccidere Friso, VII, 197.

Atenade di Trachi, VII, 213.

Ateuagora, ambasciatore di Samo, IX, 90.

Atene, cittA insigne fra quelle di orìgine ionica, I, 143; tiranneggiata da Pìsistrato. 1,50, O’I; liberata dalla tirannide, V, 55 e seg., (51, 05. presa du Serse, Vili, 1,51 e seg.; a di nuovo da Mardonio, e incendiata, IX, 3. 13; sua ciiladella. occupata da Cleomene, V, 2; incendiata dai Persiani. Vili, 53; circuito di Atene, 1, 98; sue quattro tribù, V, 66: fóro