Pagina:Delle istorie di Erodoto (Tomo III).djvu/448

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


HI, 01; doane di Cipro obbligate per legge a prostituirsi, 1, 199; gli abitanti di Cipro si arrendono a Cambise. Ili, 19; si ribellano e combattono contro i Persiani, V, 104 e seg.: ridotti di nuovo in servitù, V, 116; come armati neiresercito di Serse, VII, 90; donde derivati gli abitanti di alcune città di Cipro, ivi; chiavi di Cipro, nome d’un promontorio, V, 108.

Ctpselo, figlio di Àctiono o di Labda, I, 20, 114; da Ini derivati i Cipseledi, VI, 128: padre di Periandro, I, 20; sc»eciati i Bacchiadì, si fa tiranno di Corinto, V, 92; onde aveste il nome di Cijiselo, ici.

Olpselo, padre di Milziade, VI, 35.

Circoncisione, usata dagli Egiziani, II, 36, 87, 104; e dagli Etiopi. Colchi, Fenici e Siri, II, 36, 101.

Cirene, <ittà iu Africa, circondata dalle acque, IV, 163, \M come si salva dalla distruzione d.i parte dei Persiani, IV, 203, il contado di Cirene ha tre stagioni di raccolta, IV, 199 fondazione della colonia di Cirene, IV, 158: fonte sacra ad Apollo, IV, 158; quali furono che concorsero a popolare b colonia, IV, 159; ordinamenti politici, IV, 161, 16-4; serie dei re di Cirene, IV, 16.S; amica dei Gnidi, IV, M’A; e dai Cipri, 162; governata da Peretirae in luogo del figlio Arcesilao, IV, 165.

Cirenesl, III, 13, 91: IV, 150 e seg.; vicende de’ loro re, IV, 154 e seg.; tolgono parte del territorio ai Libi finitimi, a riportano una grande vittoria sopra gli Egiziani, IV, 159; sconfitti dai Libi, IV, 160; chieggono consigli all’oracolo di Delfo intorno agli ordinamenti pubblici, IV, 161; si arrendono a Cambise, III, 13, 91; loro amicizia coi Sarai, IV, 152-162; i medici Cirenesi tengono il secondo luogo dopo quelli di Crotone, III, 131; racconti de’ Cirenesi intorno alle origini del Nilo, II, 32; culto delie donne di Cirene verso la dea Iside. IV, 186.

Ciro, padre di Cambiso, I, 111.

Ciro, figlio di Cambise, I, 120; VII, 11; del quale potrebbero scrivor-si tre diverse vite, I, 95; a proposito del suo nome, I, 114; nipote di Astiage per parte della madre, 1, 75, 95, 107, 108; vicende della sua fanciullezza, 1, 107-122: designato dall’oracolo col nome di mulo, e perchè, 1, 55. 01; eccitato da Arpago a vendicarsi di Astiage, I, 123, 124; in qual modo induce i Persiani a ribellarsi ai Medi, I, 125. e seg.; vince Astiage e lo priva del regno, I, 46, 127-129: lo tiene prigioniero, I, 73; ma non lo maltratta, I, 13t): combatte con esito incerto contro Creso che invadeva la Cappodocia, I, 46, 73-77, pone l’assedio a Sardi, I, 79-81; e I» espugna, I, 84; e prende vivo Creso, 1, 83, 85; fa metterà Creso sul rogo, poi lo salva, I, 86, e seg.; e si serve dei cooaigli di lui, I, 89 e seg.; 155 e seg.; 207 e seg.: novells