Pagina:Delle istorie di Erodoto (Tomo III).djvu/480

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


— 66 none in Samo, I, 70; II, 148; III, 60; tempio diGianonea Platea, IX, 52, 61; il nome di Giunone è ignoto agli Egiziani, lì, 50.

Olnraiiiento, formole di giuramento; perle acque Stigie, presso i Greci, VI, 74; per la Dea Vesta, presso gli Sciti, IV, 68; per lo Sole signore dei Massageti, I, 212; per gli uomini più giusti e più forti della nazione, presso i Nasamoni, IV, 172; per Mercurio, presso i Traci, V, 7; per Bacco ed Urania, presso gli Arabi, III, 8; per gli Dei regi, presso i Persiaai, III, 05; V, 105; per gli Dei dell’Olimpo, o per gli Dei della Grecia, presso i Greci, V, 92; VI, 68; IX, 90.

Gizantl, popolo dell’Africa, lavoratori di miele, e mangiatori di scimmie, IV, 194.

Glauco, egregio fabbro di Ohio, inventa per primo l’arte di saldare il ferro, I, 25.

Glauco, Spartano, figlio di Epicide, noto per tutta la Grecia e per la Ionia come sommamente giusto, VI, 86; storia della sua prevaricazione narrata agli Ateniesi da Leotichide. ioi; la sua progenie perisce interamente, ini.

Glauco, Licio, figlio d’Ippoloco, I, 147.

Glisante, città presso il fiume Termodonte, IX, 43.

Gnonioue, inventato dai Babilonesi, II, 109.

Gnnro, Scita, figlio di Lieo, e padre d’Idantirso, IV, 76.

Gobrla, uno dei sette congiurati contro i Magi usurpatori del trono di Persia, III, 70; esorta i compagai a procedere subito alla uccisione del falso Smerdi, HI, 73; sua lotta con uno de’ due Magi, III, 78; padre di Mardonio, VI, 43; VII, 82; consiglia Dario di abbandonare la Scizia, IV, 132, 134; ha in moglie la sorella di Dario, VII, 5; e questi sposa la figliuola di lui, VII, 2.

Gonno, città della Tessaglia, VII, 128, 173.

Gordia, Frigio, padre di Mida, I, 14, 35; Vili, 138; avo di Adrasto, l, 35, 55.

Gorgo, figlia unica di Cleomene, V, 48; accortamente ammonisce il palre di guardarsi dalle corruzioni di Aristagora, V, 51; divenuta moglie di Leonida, fa aprire le lettere di Demarato, VII, 239.

Gorgona, sua testa trasportata da Perseo dalla Libia, II, 91.

Gorgo, re di Salamina in Cipro, V, 104; VIII, 2, 11; è cacciato dal fratello, V, 104; con l’aiuto dei Persiani, riacquista la città, V, 115.

Gorgo, figlio di Cherse, comandante nel naviglio di Serse, VII, 98.

Grazie: eolle delle Grazie, nel paese dei Maci, sorgente del fiume Cinipe, IV^, 175; divinità proprie del culto dei Greci, II, 50.

Grecia: distinta dalle altre regioni per fortunatissima temperie di clima, HI, 106; chiamatu alunna di povertà ed ospite di virtù, VII, 102; non bisognosa di comandanti per la guerra