Pagina:Delle istorie di Erodoto (Tomo III).djvu/570

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

– 156 –


D

Dario, sua genealogia errata nel testo erodoteo, VII, 3.

Decelea, se veramente e in quali occasioni di guerre fosse rispettata dai Lacedemoni, IX, 13.

Dei Pataici dei Fenicî, III, 5; Dei regî, che fossero, V, 24.

Delo, del primo terremoto in Delo, secondo Erodoto e secondo Tucidide, VI, 19.

Demarato,, differenze della sua genealogia nei testi di Erodoto e di Pausania, VIII, 38.

Demo, quale significato abbia nella costituzione territoriale e civile di Atene, III, 8.

Diceo, di un prodigio veduto da esso, VIII, 24.

Dictine, Dea de’ Cidonî, III, 9.

Dieta ellenica dell’istmo di Corinto, quali Stati vi parteciparono, e sue deliberazioni più importanti durante l’impresa di Serse, VII, 28 (cf. 29 e 30).

Dira, fiume scaturiente nelle alture dell’Eta, sue relazioni col mito di Ercole, VII, 48.

Ditirambo, da chi inventato e da chi perfezionato, I, 4.

Divinità degli Egiziani, e loro relazioni con le divinità dei Greci, secondo Erodoto e secondo la critica, II, 5, 6, 20, 29.

Doride, confini che determinavano questa regione, VIII, 7.

Driopide, VIII, 7, 14.

Driopidi, quando caduti sotto la dominazione dorica di Argo, e loro condizione rispetto ai Dori vincitori, VIII, 14.


E

Ecateo, tempo in cui fioriva, sue opere e sua autorità come storico, II, 28.

Ecclissi predetta da Talete, quando avvenuta, I, 16.

Eforato spartano, e sue più importanti prerogative, III, 22.

Egineti, loro lotte contro gli Epidaurî, V, 20; e contro gli Ateniesi, VI, 18.

Ella, luogo del suo sepolcro, e leggenda relativa alla sua morte, VII, 9.