Pagina:Delle strade ferrate e della loro futura influenza in Europa.djvu/92

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
78

§ III.


Questa nascente prosperità se giova alla Russia, non potrebbe pertanto nuocere alla altre industriose e commerciali nazioni d’Europa. L’Inghilterra e la Francia, signore dell’Atlantico e del mediterraneo, ricevendo in breve tempo le materie prime, essendo vicine alle grandi masse consumatrici in Europa, conserveranno mai sempre l’onore e l’utile del traffico e dell’industria; ma se per avventura la Russia formasse un sistema generale di strade di ferro, con cui toccasse i confini dell’Asia, dell’Europa e del Mar Bianco, della Turchia, dell’Austria e della Prussia, pare allora che le sorti sarebbero per mutar altamente, e molto più se questi potentati, consigliati dal proprio interesse, o dominati dall’influenza della Russia, pro-