Pagina:Delle strade ferrate e della loro futura influenza in Europa.djvu/99

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

85

e dalle Fiandre uomini periti che vi fecero germogliare l’industria. Il popolo inglese meditatore ed intraprendente superò in breve i maestri, i viaggi di Colombo, di Gama toccarono la molla dell’emulazione, l’interesse l’invigorì; allora migliaja di navi peregrinarono per mari e regioni ignote; i tesori dell’India e del nuovo mondo vennero a popolare i fondachi inglesi; in breve giro di anni il commercio britanno, ajutato da leggi di rigore, invase i porti del mediterraneo, dell’oceano e del baltico, recandovi cogli oggetti d’industria indiana quelli altresì delle inglesi manifatture.

La nazione aveva preso lo slancio, conveniva assicurarlo, e la nazione corse in traccia dei mezzi che riposavano nelle isole e nelle terre, scale ai centri di commercio. Allora molte e cospicue re-