Pagina:Diario del principe Agostino Chigi Albani I.djvu/137

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 129 — A. 1836

MAGGIO


Venerdì 6. — Ieri sera giunse in Roma arrestato e condotto in Castel S. Angelo uno dei figli di Luciano Bonaparte,1 nell’atto dell’arresto seguito a Canino ha ucciso con un colpo di stile il Tenente dei carabinieri, fratello di Mons. Cangiano, e feritene due altri. Il di lui fratello, che pure doveva esser preso, è fuggito.


GIUGNO


Venerdì 10. — Questa sera si è adunata di nuovo la congregazione cardinalizia per esaminare nuovamente la questione della Fiera di Sinigaglia, sentita la commissione sanitaria, e la città suddetta, le di cui ragioni sono state dedotte in una scrittura dell’avv. Armellini, della quale non si è permessa la stampa.

Mercoledì 15. — È uscita colle stampe una Notificazione della Segreteria degli affari di stato interni, nella quale si esprime il dispiacere, che prova il S. Padre nel dovere, attese le misure sanitarie che esige l’avvicinamento del morbo cholerico, differire la Fiera di Sinigaglia; e nello stesso tempo si assicura che non si ha in pensiero di togliere nell’avvenire la Fiera stessa (del che pareva fosse nato colà qualche timore), e che anzi, quando le circostanze lo permettano, si concederà forse in questo stesso anno. Si dice che intanto sia stato mandato a Sinigaglia della truppa.

Martedì 22. — Questa sera nella sala del palazzo Sinibaldi a S. Chiara un tal Sig. Regaldi di Novara2 ha dato un’accademia di poesia estemporanea, ed io vi sono andato per un poco con Venturi e Castiglioni. Il biglietto è stato di paoli cinque.


LUGLIO


Venerdì 1. — In seguito della circolare emanata dal Cardinale Vicario qualche settimana fa, col giorno di oggi deve cominciare la tumulazione dei cadaveri al nuovo cemeterio

  1. Pietro Napoleone, arrestato il 3 Maggio a Canino, sospettato di organizzare colà truppe rivoluzionarie.
  2. È questi il celebre poeta popolare, Giuseppe Regaldi.